Category: wineblog

🌍Arezzo – Tuscany – @buccianera BIO Winery 🇮…

🌍Arezzo – Tuscany – @buccianera BIO Winery 🇮🇹🍇🍷
Il mio ritorno in vigna e in cantina non poteva che avvenire vicino casa e nello specifico presso la cantina #Buccianera. Una realtà che fa del rispetto in vigna il proprio valore cardine e della produzione in sottrazione il veicolo della propria identità. Ho avuto modo di assaggiare un metodo ancestrale 2015 base Trebbiano pulito, dinamico e per nulla scontato e un bianco macerato (40gg) blend di Trebbiano, Malvasia e Grechetto che già dalla sua prima annata è ben più di un mero esperimento. Ciò che mi ha colpito di più, però, è l’espressività dei Sangiovese coltivati in ciascun “cru”, capaci di alternare forza e complessità a slancio e finezza, uniti dal filo conduttore della sapidità. L’Aretino è un areale di cui ancora si parla poco, ma le potenzialità sono alte e il contesto naturale si presta ad una viticoltura realmente di rispetto grazie all’agricoltura promiscua e alla massiccia presenza protettiva dei boschi. Qui non c’è una monocoltura e la biodiversità è ancora oggi integra e preservata. 🇮🇹💟🍇🍷
📷By @italianwinelover⬅️
#wine #vino #wineissharing #wineblog #wineblogroll #wineblogger #winelife #instawine #globetrotter #passionpassport #beautifulmatters #italy #tuscany #bio #vineyards #vigna #nature #picoftheday #Green #biologico #enologia #country #toscana #arezzo (presso Buccia Nera)

Oggi si torna in Langa e più precisamente a Tr…

Oggi si torna in Langa e più precisamente a Treiso dove nel 1991 nasce @molinovini ad opera di Virginio Molino, originario di San Damiano d’Asti e da sempre nel mondo del vino. E’ in quell’anno che Virginio decide di acquistare, insieme ai figli Tommaso, Franco e Dario, una piccola parcella di vigna e un locale di vinificazione per iniziare la propria avventura di vignaiolo e produttore.
Oggi l’Az. Agr. dispone di 16ha tra Treiso (Cru Ausario), Guarene e Costigliole d’Asti (dove  vengono prodotte le Docg Astigiane Barbera d’Asti e Moscato d’Asti). L’azienda è oggi composta da 4 soci, i 3 fratelli Molino (Tommaso, Dario, Franco) e da  Stefano Cappuccio, cognato di Franco. Si sta inoltre affacciando la terza generazione, con Marco (figlio di Tommaso). Tommaso: Nel mondo del vino fin da tenera età, dopo aver conseguito il diploma di tecnico  commerciale decide di seguire le orme del padre, affiancandolo e specializzandosi nella commercializzazione;
Dario: dopo essersi diplomato alla prestigiosa scuola enologica di Alba, segue un percorso di formazione presso alcune aziende vitivinicole francesi, dove integra ed affina il suo stile.  Dal 1991 è il solo enologo dell’azienda Molino;
Franco: profondamente appassionato di agronomia, è da sempre il responsabile del vigneto. Grazie all’esperienza pratica acquisita nel corso degli anni, è oggi un avido sostenitore di tecniche agricole a bassissimo impatto;
Stefano: dopo una vita immersa nel design e nell’ingegneria dell’automobile accetta la  sfida dei fratelli Molino di far crescere insieme a loro l’azienda fondata dal padre Virginio. Si occupa della comunicazione e del Marketing;
Marco: cresciuto a Treiso e diplomato in lingue straniere, dopo essersi laureato in Scienze Politiche alla facoltà di Torino e dopo alcune esperienze all’estero, decide di continuare a lavorare nell’azienda di famiglia
La famiglia Molino è rimasta molto fedele alla volontà di Virginio di produrre vini da uve autoctone piemontesi (Nebbiolo, Barbera, Dolcetto, Arneis), ma… Continua su www.wineblogroll.com ⬆️ ⬆️ ⬆️ link in bio ⬆️ ⬆️ ⬆️ 🍷 #wine #vino #wineissharing #wineblog #picoftheday #passionpassport #beautifulmatters #italy (presso Barbaresco, Piedmont)

@castellomonsanto – Sapete cos’è un mito? Il …

@castellomonsanto –
Sapete cos’è un mito? Il “mito” è prodotto dall’innata tendenza dell’uomo a raccontare e propone in ogni cultura una serie multiforme di figure simboliche e di modelli di comportamento.

Il mito nasce per affascinare, ma al tempo stesso per insegnare e le storie del mito devono essere avventurose e piene di colpi di scena, ma anche semplici e chiare, così come lo sono i personaggi che simboleggiano i caratteri fondamentali dell’uomo. Spesso queste storie sono costruite su opposizioni: bello e brutto, buono e cattivo, maschile e femminile. L’uomo e la natura ne sono i protagonisti: dalla nascita del mondo ai viaggi degli eroi, il mito cerca di rispondere alle domande fondamentali degli uomini e al loro desiderio di conoscere.

Questo è, più o meno, quello che troverete cercando il termine “mito” all’interno dell’Enciclopedia Treccani e molti di voi, leggendo queste parole, correranno con il pensiero verso i miti Greci e Romani, ricorderanno gli studi di epica o magari penseranno a qualche personaggio famoso dello sport o dello spettacolo considerato un “idolo” per le sue più “popolari” gesta. Ma questo è un Wine Blog, quindi il “mito” di cui vi parlerò oggi fa della vigna il proprio contesto d’azione e dell’annuale percorso verso la vendemmia la propria sfida, più o meno eroica in base a ciò che Madre Natura deciderà.
⬆️Link in bio⬆️ per leggere tutto l’articolo sulla #cantina del #CastelloDiMonsanto – #ChiantiClassico #Toscana #italia #wine #vino #wineissharing #wineblog #picoftheday #passionpassport #firstpost #blog #influencer #tuscany #globetrotter #vin #wein #vinho (presso Castello Di Monsanto)

🇬🇧This is the #COLLESANTAMUSTIOLA wine cella…

🇬🇧This is the #COLLESANTAMUSTIOLA wine cellar in Chiusi, Tuscany.
Barriques are sleeping under an ancient etruscan tomb in the perfect conditions to elevate wines.
🇮🇹Siamo a Chiusi nelle terra degli Etruschi, dove nasceColle Santa Mustiola, realtà attiva come azienda vitivinicola sin dai primi del ‘900, quando il nonno dell’attuale proprietario Fabio Cenni produceva vino da commercializzare poi presso i propri magazzini a Milano. Conosco Fabio e i suoi vini da tempo, ma non avevo mai avuto modo di dedicarmi ad una così approfondita e completa visita della sua cantina e sin dal principio ho capito che quel giorno sarebbe stato diverso, unico!
Sotto un cielo plumbeo, ma educato nel elargire solo qualche goccia di pioggia durante i pochi passi che ci portano dall’auto all’ingresso della casa in cui vivono Fabio e Monica, scorgo le vigne in cui nascono i vini di Colle Santa Mustiola.

Solitamente, indipendentemente dalle condizioni meteo chiedo di fare una passeggiata in vigna, ma stavolta la passeggiata l’ho fatta da seduto, perché sono bastati pochi istanti per accedere a quell’infinita biblioteca mnemonico-culturale di cui Fabio Cenni dispone.

Ascoltarlo parlare della comunicazione “interpianta” e del suo approccio ad una viticoltura rispettosa e concreta, che esula da dinamiche pseudo-filosofiche, è piacere puro per le mie orecchie e la mia spugnosa mente curiosa.

Dopo aver affrontato una miriade di interessantissimi temi storici e agronomici in poco più di 30 minuti, ho modo di conoscere la storia dell’azienda che Fabio prende in mano negli anni ’80, iniziando un accurato lavoro sui cloni di Sangiovese già presenti in vigna e la ricerca di nuovi, finalizzato alla produzione di vini capaci di esprimere in maniera fedele il territorio e di manifestare godere di grande longevità. 😉🍷Per leggere il resto dell’articolo clicca link in bio! ⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️⬆️
#wine #vino #wineissharing #wineblog #wineblogroll #wineblogger #winelife #instawine #globetrotter #passionpassport #beautifulmatters #italy #firstpost #blog #influencer – #regrann (presso Chiusi)

In una terra tanto cara agli amanti del vino e…

In una terra tanto cara agli amanti del vino ed ancor di più a me, che qui, ho iniziato a capire qualcosa di emozioni liquide, sfaccettature territoriali, espressioni varietali ed interpretazioni personali, esiste una realtà dal nome evocativo: #Pietroso

Un nome che trae origine dalla “Contrada El Petroso”, luogo descritto come già vocato alla viticoltura in documenti del lontano 1363, che è palese volesse testimoniare la composizione di quei terreni, così rocciosi… così pietrosi, in cui la vite potesse dimostrare la sua proverbiale attitudine nel dare il meglio si sè in condizioni difficili.

L’Azienda Pietroso, così come la conosciamo ora, nasce negli anni ‘70, grazie alla grande passione per la terra ed il vino del viticoltore Berni Domenico “DELFO”. La mission, sin dal principio fu chiara: produrre vini di pregio in quantità limitata, senza snaturare l’identità territoriale di un luogo dal così forte carisma.

Oggi, a condurre l’azienda sono, il nipote di Delfo, Gianni Pignattai e suo figlio Andrea, enotecnico, che seguono tutte le fasi della filiera produttiva, affiancati dall’enologo Alessandro Dondi per quanto riguardi la parte enologica. La moglie di Gianni, Cecilia, si occupa della parte commerciale ed amministrativa e la figlia Gloria guida le visite aziendali. Una vera e propria realtà a conduzione familiare, come ce ne sono altre a Montalcino, ma con un affiatamento ed un’unità d’intenti rari.

Pietroso è una piccola azienda, che dispone di circa 5.5 ha di vigneti di proprietà coltivati esclusivamente a sangiovese, che si trovano in quattro zone distinte e tra le più vocate del territorio di Montalcino ad altitudini dai 400mt slm ai 500mt slm ed oltre, con un ventaglio di esposizioni che permette di portare in cantina uve capaci di completarsi vicendevolmente al fine di trovare equilibri fondamentali per ottenere un grande vino.
Per leggere tutto l’articolo clicca il link in bio ⬆️⬆️⬆️ #wine #vino #wineissharing #wineblog #wineblogroll #wineblogger #winelife #instawine #globetrotter #passionpassport #firstpost #blog #influencer #tuscany #toscana #montalcino #cantine #winery #vineyards #vinho #vin #wein (presso Pietroso)

Ormai sono più di 10 anni che scrivo di vino&h…

Ormai sono più di 10 anni che scrivo di vino… i social sono sempre stati (e sempre resteranno) un mero veicolo, uno strumento di condivisione di pensieri, parole ed esperienze. Quando scelsi questo motto, poi diventato un hashtag, pensai che la duplice valenza del termine “condivisione” fosse la scelta più azzeccata per spiegare in maniera contemporanea quanto realtà e virtualità possano incontrarsi nella vita e nel vino. Il vino è un catalizzatore di emozioni, un aggregatore sociale e un perfetto esempio di quanto dal web si possa passare alla vita reale e al concreto attraverso viaggi dalla vigna al bicchiere o dal bicchiere alla vigna. Il tutto, magari, passando proprio da un post letto su di un #wineblog condiviso sui social. L’importante è che i social restino un veicolo e una spinta verso la realtà e non un mondo parallelo nel quale rinchiudersi e limitare la propria vita, le proprie passioni ed emozioni. #wineissharing

Ormai sono più di 10 anni che scrivo di vino&h…

Ormai sono più di 10 anni che scrivo di vino… i social sono sempre stati (e sempre resteranno) un mero veicolo, uno strumento di condivisione di pensieri, parole ed esperienze. Quando scelsi questo motto, poi diventato un hashtag, pensai che la duplice valenza del termine “condivisione” fosse la scelta più azzeccata per spiegare in maniera contemporanea quanto realtà e virtualità possano incontrarsi nella vita e nel vino. Il vino è un catalizzatore di emozioni, un aggregatore sociale e un perfetto esempio di quanto dal web si possa passare alla vita reale e al concreto attraverso viaggi dalla vigna al bicchiere o dal bicchiere alla vigna. Il tutto, magari, passando proprio da un post letto su di un #wineblog condiviso sui social. L’importante è che i social restino un veicolo e una spinta verso la realtà e non un mondo parallelo nel quale rinchiudersi e limitare la propria vita, le proprie passioni ed emozioni. #wineissharing

Just one year ago, at @graci_etna, tasting thi…

Just one year ago, at @graci_etna, tasting this vertical and mineral Etna Rosso walking into the ancient volcanic vineyards it comes from… 🍷 ❤️🇮🇹 #volcano #etna #sicily #siciliaenprimeur #sicilia #wine #vino #wineissharing #wineblog #wineblogroll #wineblogger #winelife #instawine #globetrotter #passionpassport #beautifulmatters #italy #firstpost #blog #influencer #love #landscape #nature #vineyards #vigna #life #picoftheday (presso Etna)

Il #Vinitaly si avvicina e uno dei punti di ri…

Il #Vinitaly si avvicina e uno dei punti di riferimento “dopo fiera” per tutti i #winelovers è ormai da anni lo store di @signorvino Enoteca Valpolicella. Circondato da oltre 3 ettari di vigneto è un importante Wine Store & Restaurant di oltre 700 mq. L’enoteca di Signorvino in Valpolicella si presenta come un vero e proprio “tempio” dedicato all’Amarone e ai vini del territorio che, durante il Vinitaly, si trasforma in punto di ritrovo per tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori con eventi dedicati, in un contesto davvero perfetto per passare qualche ora a parlar di vino e di vita in piena convivialità. Io ci farò un salto sabato e domenica e spero di incontrare molti di voi per assaggiare qualcosa insieme e fare due chiacchiere enoiche in libertà, fuori dal caos e dagli impegni della fiera. 😉🍷 #wine #vino #wineissharing #wineblog #wineblogroll #wineblogger #winelife #instawine #globetrotter #passionpassport #beautifulmatters #italy #firstpost #signorvino #restaurant #ristorante
#enoteca
#aperitivo #vin #fiera #verona #valpollicella #food #foodporn #winePorn (presso Signorvino)

This is how my Instagram wine pictures born! …

This is how my Instagram wine pictures born! 😜🍷🇮🇹🍇📷
✔️Comment if you do the same or Tag your wine bloggers or wine Instagramers friends🍷✔️ #wine #vino #wineissharing #sommelier #vineyards #winery #cantina #wineblog #wineblogger #influencer #instagood #igdaily #follow #instapic #instawine #friuli #ramandolo (presso Nimis, Italy)